Ti piace bere il marocchino?

 In Evidenza

Oggi vi presentiamo una bevanda golosa, che ha conquistato tutta l’Italia.

Il marocchino nasce ad Alessandria, negli Anni ’50, nel caffè Carpano di fronte a Borsalino, celebre brand di cappelli.

Infatti il nome marocchino proviene dal colore di un tipo di pelle utilizzata come fascia per i cappelli che si usavano in Marocco negli anni ’30.

La ricetta del Central Bar vede nella tazza in vetro, cacao dolce, topping al cioccolato e crema di latte, versata fino a metà tazzina. Poi si aggiunge il caffè, senza che si smonti la crema. E, sopra a tutto, panna e cacao.

Un’autentica golosità che Imen e Gianni preparano ogni giorno per i loro clienti buongustai, che si vogliono viziare durante lo shopping, per una pausa davvero speciale.

Prima del marocchino c’era il bicerin

Riconosciuto nel 2001 come prodotto agroalimentare tradizionale del Piemonte, il bicerin (bicchierino) è una bevanda calda storica tipica di Torino.

E’ nato dalla bavareisa, una bevanda saporita creata mescolando caffè, cioccolato e crema di latte dolcificata con lo sciroppo.

Il bicerin si usa accompagnare con i “bagnati”, dolci artigianali che vanno inzuppati.

 

Recommended Posts

Leave a Comment