Sai come tagliare una siepe?

 In Evidenza

Per avere una siepe in salute e con una forma perfetta è necessario eliminare i rami secchi e potarla almeno un paio di volte l’anno. Per tagliare le siepi a fogliame, il periodo migliore è tra giugno e ottobre mentre, per le conifere, va da aprile ad agosto. In questo modo si evita il problema dello sviluppo eccessivo delle piante. Per affrontare tutte queste operazioni in maniera efficace, basta recarsi da Brico Ok, presso il parco commerciale I Giardini di Jesolo. Vi forniranno l’attrezzatura necessaria e vi daranno anche utilissime informazioni.

Qual è l’attrezzatura necessaria?

Per tagliare una siepe, ovviamente ci vuole un po’ di manualità ed esperienza, altrimenti è il caso di contattare un giardiniere. Detto questo, se intendete proseguire nell’impresa vi saranno utili guanti, occhiali ed, eventualmente, cuffie. E strumenti quali le cesoie a lama seghettata per i rami più robusti e quelle manuali per i rami più giovani e sottili. Se vi piace l’idea di realizzare una forma perfetta oppure sagomarla secondo la vostra fantasia, è meglio acquistare un tagliasiepi elettrico. Sceglietelo più silenzioso possibile per non assordarvi e rispettare i vicini, oltre a uno allungato per raggiungere la cima di quelle più alte. I tosasiepi allungati sono più pratici per lavorare da terra e a distanza. Le cesoie a mano faranno il resto.

La potatura periodica

Come dicevamo, avere una siepe “in forma” richiede una manutenzione periodica che la liberi dalle parti morte. Lo sviluppo eccessivo renderebbe lungo e complicato il lavoro seguente. Seguendo queste poche indicazioni potrete avere una siepe esteticamente piacevole, senza troppo impegno.

Come ottenere la forma desiderata

Le piante giovani, appena piantate, devono essere subito rifinite e, finchè non arriveranno all’altezza desiderata, il getto principale non dovrà essere modificato, mentre gli altri dovranno essere potati a metà.
Bisogna che la parte inferiore della siepe riceva luce a sufficienza, altrimenti i rami bassi rischiano di perdere le foglie.
Una volta che la siepe è cresciuta, potrete tendere delle corde per avere dei riferimenti rispetto alla linea retta ideale.
Un suggerimento: le sempreverdi di ligustro e quelle caduche di piante legnose dovranno essere potate in inverno, quando cioè sono in riposo vegetativo. Il secondo taglio annuale dovrà avvenire all’inizio del mese di agosto.  Arbusti sempreverdi e conifere devono invece essere potati poco prima che si sviluppino i germogli, in primavera e, in autunno, per fare in modo che la ramificazione si infittisca.

Recommended Posts

Leave a Comment