Sai come fare un buon panino imbottito?

 In Evidenza

Sicuramente sai come mangiare un panino imbottito, di quelli golosi e ricchi che, a ogni morso, sprigionano un mix di gusti unico che fa cantare di gioia le papille.
Ma, magari, non sai come si fa a prepararne uno! Ecco allora il Central Bar, in questo articolo, ti svela alcuni segreti per far in modo che i tuoi panini risultino più appetitosi.

La tostatura del pane

Il pane va, di regola, tostato prima di farcirlo, tranne in alcune particolari eccezioni. Questo perchè ci sono ingredienti ma, soprattutto, farciture che vanno mangiate fredde per non alternarne sapori e consistenze. Quindi il primo passo per preparare un buon panino imbottito, è di scaldare il pane a parte e poi scegliere via via gli ingredienti. Dopo averlo tolto dalla piastra, puoi inserire tutte le materie prime che vanno  a freddo.

Il rito delle salse

Se il panino prevede delle salse, andrebbero spalmate direttamente sul pane tostato perchè così insaporiscono il pane e, allo stesso tempo, non colano dal bordo. Nel caso invece ci sia il formaggio sopra la parte inferiore del panino, le salse dovrebbero essere spalmante solo sulla metà superiore.

Farcitura: sì ma non troppo

A seconda dello spessore e delle dimensioni del pane, è necessario bilanciare gli ingredienti, altrimenti il panino diventa troppo voluminoso. Se si intende farcirlo con molti condimenti la soluzione è levare un po’ della mollica dal panino.

Nè troppo salato nè troppo asciutto

Bisogna puntare sul gusto: se ad esempio si fa un panino con formaggi molto gustosi come il taleggio, allora i salumi dovranno essere più delicati. Poi ci sono matrimoni perfetti come lo speck con il brie e la coppa con il caciocavallo.

Gli ingredienti di stagione

Il top per un panino perfetto si ottiene inserendo ingredienti del luogo e, possibilmente, di stagione. E il sapore ne guadagnerà e sarà fresco e genuino! Funghi, radicchio, asparagi, zucca e quant’altro renderanno il panino unico e memorabile.

Recommended Posts

Leave a Comment