Occhiali: come sono cambiati dal 1300 a oggi

 In Evidenza

Il primo paio di occhiali, come li intendiamo oggi, ha visto la luce alla fine del 13° secolo quando cioè i cristallieri molarono due lenti convesse per incastonarle in due cerchi di legno uniti da un segmento e da un rivetto. Questo prototipo però non prevedeva nulla per tenerli attaccati alla testa di chi li indossava. In ogni caso era un grande passo per le persone, all’epoca si trattava del migliore aiuto per vedere meglio. Chi li provava doveva tenere questi primitivi occhiali con le mani davanti agli occhi. E, nonostante tutti gli stratagemmi, i maestri vetrai muranesi che li inventarono non riuscirono a tenere segreta a lungo la “ricetta” per il “vetro per gli occhi”.

Venezia alla guida del mercato degli occhiali

Per fare in modo che Venezia restasse alla guida nel settore, dopo il 1300 solo chi seguiva le regole dei cristallieri poteva fabbricare gli occhiali dell’epoca. Con il tempo, questo utilissimo ausilio giunse anche in Germania dove si sono ritrovati antichi esemplari. Un po’ alla volta il segmento degli occhiali a rivetto fu sostituito dai mastri vetrai con un arco simile ai ponti che univano le isole della città lagunare e, per realizzare le montature, il piombo prese il sopravvento sul legno. Gli occhiali finalmente avevano le aste e avevano assunto sembianze simili agli attuali. Per veder apparire materiali differenti dobbiamo attendere fino all’inizio del 16° secolo, quando si iniziarono a utilizzare la pelle, il guscio di tartaruga, il corno, la stecca di balena, il ferro, l’argento e il bronzo. Si trattava comunque di materiali particolarmente costosi che solo i più ricchi potevano permettersi.

Gli occhiali attuali

Gli occhiali come quelli che indossiamo oggi iniziarono a essere prodotti all’inizio del 18° secolo, anche se si doveva ancora risolvere il problema dell’aderenza al volto, infatti scivolavano lungo il naso. Gli occhiali con le aste li tenevano fermi facendo presa sulle orecchie ed erano provvisti di un anello in metallo all’estremità per aderire meglio. La brochure promozionale di un ottico londinese, datata 1728, è la prima relativa agli occhiali arrivata fino a noi. Nel 1784, Benjamin Franklin inventò un paio di lenti bifocali e, intorno al 1850 gli occhiali con le aste iniziarono a essere diffusi, la loro forma era simile a quella attuale mentre il comfort per chi li indossa è andato viavia migliorando, ottenendo ottimi risultati già all’inizio del 20° secolo. New Ipervision Optic Store presenta una selezione di occhiali da vista e da sole a prezzi imbattibili. Cambiare look iniziando dagli occhiali è un’ottima idea, scegliendo gli occhiali da sole migliori, che proteggano gli occhi dai raggi nocivi durante l’abbronzatura, in spiaggia e a bordo piscina.

Recommended Posts

Leave a Comment