Muffin: al Piper sono alla Nutella

 In Evidenza

Assomiglia a un plum cake ma non lo è: il muffin ha una forma tonda e, a differenza di altri dolci non ha nessuna glassa che lo ricopre.

Non tutti lo sanno ma ci sono versioni salate di questi dolci: i cornbread muffin.

Ciò che contraddistingue un muffin dall’altro è il ripieno, puoi usare la marmellata alla frutta, la crema e il cioccolato in ogni sua interpretazione.

Ed è proprio questo tipo di muffin che propone il Piper: i Nutella Muffin sono dolcetti squisiti e farciti con la celebre crema di nocciole.

I muffin sono nati in Inghilterra e oggi sono diffusissimi nel Regno Unito.

Infatti, se andiamo a guardare la loro storia, la parola moofin si trova scritta per la prima volta nel 1703 proprio in Inghilterra.

C’è chi dice che il nome derivi dal francese “mouflet” che vuol dire soffice, altri ancora lo fanno provenire dal tedesco “muffen” che sta per “piccole torte”.

I primi esempi di questo dolce venivano preparati per la servitù, infatti si utilizzavano i resti del pane del giorno precedente, mescolati agli avanzi di preparazione dei biscotti e con patate schiacciate.

All’epoca questi dolci erano fritti e croccanti all’esterno.

I nobili ne vennero a conoscenza e li trovarono talmente buoni da farli preparare per l’ora del té.

Così nacque il mito.

 

I muffin: dolci senza tempo

La storia prosegue con la produzione artigianale e, in seguito, quella industriale.

La ricetta prevede due composti: farina, bicarbonato, lievito ed eventuale cacao o spezie e, in un’altra ciotola si mettono latte, burro (oppure olio evo), uova e, volendo yogurt.

Lo zucchero si può inserire nella preparazione, oppure spolverando il dolce già pronto.

Una volta miscelati gli ingredienti, devi unire e amalgamare i due composti, versarli nei pirottini inseriti negli appositi stampi.

Attenzione: non devi mescolare troppo perchè altrimenti rischi che i muffin siano duri e secchi.

 

 

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment