Le proteine dei legumi: l’alternativa alla carne

 In Evidenza

Per un regime alimentare sano, ci vuole un’alimentazione equilibrata che coinvolga anche le proteine dei legumi che, rispetto alla carne, sono un’alternativa appetitosa.

Ecco perchè, quando andate a fare la spesa da IperTosano, non devi scordarti di metterne una buona scorta nel carrello.

I legumi sono tanti, quindi la possibilità di realizzare delle ottime ricette è davvero smisurata.

Perciò abbiamo pensato di suggerirti dei legumi che vanno al di là dei fagioli.

 

Iniziamo dai ceci ricchi di proteine dei legumi

Contengono pochi grassi e molti carboidrati e sono i legumi più energetici.

Grazie al magnesio e ai folati che contengono, contribuiscono a ridurre il livello del colesterolo cattivo e dei trigliceridi presenti nel sangue.

Per questa ragione, il loro consumo contrasta l’insorgenza di patologie cardiovascolari.

Sebbene nel resto del mondo siano il terzo legume più apprezzato, in Italia i ceci non hanno ancora il risalto che meritano.

 

Le fave crude o cotte sono adatte alla dieta ipocalorica

Per chi segue una dieta e sente la necessità di perdere peso, suggeriamo le fave.

Si possono consumare crude (quelle più giovani), oppure cotte (le più mature), ma anche secche oltre che fresche.

Apportano pochissime calorie e contengono un aminoacido che alza il livello di dopamina, un fondamentale neurotrasmettitore cerebrale.

 

Mangi le lenticchie?

Le lenticchie sono squisite e fanno bene al nostro organismo. In genere, siamo abituati a mangiarle durante le festività natalizie.

Ma questo è un peccato perchè sono legumi particolarmente digeribili e hanno notevoli proprietà antiossidanti, per merito dei flavonoidi.

 

Lupini, cicerchie e arachidi

I lupini sono troppo trascurati in Italia. Si potrebbero consumare più spesso, come snack ma anche in zuppe e minestre.

Svolgono un’azione positiva sul colesterolo e, consumandoli abitualmente, possono aiutare a contrastare l’insorgere di malattie come l’ipertensione arteriosa e certe forme di diabete.

Anche le cicerchie non si inseriscono spesso tra gli ingredienti delle nostre ricette e, se le cerchi, le trovi solo secche. In passato si usavano decisamente di più.

Al naturale, condite con l’olio, oppure nelle zuppe, hanno un sapore delicato e farinoso e sono molto nutrienti.

Le cicerchie, infatti, sono particolarmente indicate per gli anziani o chi svolge un’intensa attività cerebrale.

Concludiamo il tour tra i legumi con le arachidi. Si consumano bollite oppure, come accade in Italia, tostate.

Sono prive di colesterolo e ricche di lipidi e acido oleico. Costituiscono un’ottima fonte di polifenoli e fungono da antiossidanti.

Recommended Posts

Leave a Comment