La tua cassetta per gli attrezzi contiene tutto l’indispensabile?

 In Evidenza

Se ami il fai da te e te la sai cavare nelle piccole riparazioni domestiche, avrai sicuramente una cassetta in cui riporre gli attrezzi più utili.
Ma sei sicuro di disporre di tutto il necessario se devi, per esempio, sostituire una presa elettrica, cambiare un rubinetto oppure riparare qualcosa?
Se passi da Brico Ok potrai disporre di uno staff esperto che ti suggerirà come completare o aggiornare la tua preziosa cassetta degli attrezzi.

Gli strumenti indispensabili

Iniziamo dal nastro adesivo, ce ne sono di diversi tipi e caratteristiche ed è fondamentale se è necessario isolare fili elettrici scoperti. Subito dopo pensiamo ad acquistare della canapa o del nastro di materiali specifici, nel caso fosse necessario effettuare raccordi dei tubi.
E poi passiamo a uno degli attrezzi fondamentali: il cacciavite. Per avvitare e svitare ogni tipo di vite, bisogna disporre di un set di cacciativi a taglio e a croce di diverse misure, in modo da non spanare le viti e rovinarle, senza poi poterle smuovere. Anche l’avvitatore elettrico è un’ottima soluzione.

Pinze, tronchesi e tenaglie

Prima di tutto scegliete le pinze da elettricista con manico in gomma isolante, e poi quelle a pappagallo per i lavori di idraulica. Le chiavi inglesi sono robuste e indicate per lavori idraulici più importanti. Esistono anche le pinze autoserranti che si regolano e mantengono autonomamente la corretta pressione.
Altri due attrezzi di cui non si può fare a meno sono il tronchese, per tagliare i cavi elettrici e il metallo quand’è sottile. La tenaglia invece si utilizza, ad esempio, per i lavori in giardino e nel caso di filo di ferro.

Chiavi, seghetti, martelli e trapani

Dadi, bulloni e perni necessitano di un set di chiavi e ti suggeriamo di sceglierne un kit di aperte, a stella e a tubo. In ogni toolbox che si rispetti inoltre vanno inseriti lo spray sbloccante (soprattutto in caso di ruggine), l’olio per far scorrere meglio gli elementi e il grasso che tiene viti e bulloni lontani dall’acqua.
Passiamo ora a ciò che serve per accorciare viti, staffe e tubi: un seghetto di metallo con lame di qualità. Indipensabile come i martelli. Uno gommato, con la parte in metallo rivestita di materiale morbido per non rovinare le superfici e uno normale, per gli usi più comuni.
Ultimo tra gli essenziali è il trapano. Nella cassetta ci riponi le punte, perchè se ne acquisti uno avrà sicuramente la sua custodia. Le punte saranno scelte tra quelle che forano legno e ferro, oltre a una spazzola smerigliatrice.

Post suggeriti

Leave a Comment