La spesa organizzata: come riempire il carrello nel modo migliore

 In Evidenza

Una delle pochissime possibilità di uscire di casa in questo periodo è fare la spesa. Nel momento che stiamo vivendo è importante organizzarsi per tutelare la propria salute e quella degli altri e per fare la spesa in modo ragionato e corretto. IperTosano ha preso tutte le precauzioni dettate dai decreti legge in vigore in tema di sicurezza sanitaria e tutela in ogni modo al massimo i dipendenti e gli utenti del supermercato che si trova al parco commerciale I Giardini di Jesolo.
Oggi abbiamo pensato a dei suggerimenti su quali alimenti non possono mancare nel vostro carrello della spesa, al resto penserete voi. Vi diamo anche dei consigli sui tempi di conservazione degli alimenti freschi.

Cosa mettere, prima di tutto, nel carrello?

Parliamo principalmente di alimentari: quindi si inizia da pasta, riso, acqua minerale, sughi, barattoli di legumi, grissini, biscotti, qualche dolce per tirarci su il morale. Insomma avete capito tutto ciò che è a lunga conservazione va bene, perchè vi durerà nel tempo, anche per mesi. Condimenti, bibite, caffè, crackers. La data di scadenza impressa nella confezione vi sarà d’aiuto. In questo modo si può fare una spesa ragionata che dura a lungo, senza sprecare nulla.

Alimenti freschi

Per quanto riguarda la frutta, arance, pere, mele e kiwi si possono acquistare in abbondanza perchè durano a lungo. Le banane invece, una volta mature durano qualche giorno, però possono essere usate in tanti modi: macedonie, inserite nei dolci e nei frullati. Per conservarle il frigo non va assolutamente bene perchè il freddo cambia il loro processo di maturazione.
La verdura di stagione invece ha una durata di circa una settimana in frigorifero. Parliamo di biete, cavoli, broccoli, finocchi, carote ecc. Le verdure inserite in busta già lavate e tagliate non durano moltissimo, quindi vanno consumate in pochi giorni.

I surgelati: una soluzione pratica!

I surgelati, se avete spazio nel congelatore, consentono di avere una varietà invidiabile sul piatto e se ne trovano di tutti i tipi: piselli e spinaci, tanto per cominciare, ma anche varie tipologie di minestroni e passati.
Se la verdura e la frutta comprata è in sacchetti di plastica, meglio che siano aperti altrimenti si forma troppa umidità. Sarebbe meglio conservarla in sacchetti di carta.
Se vi siete resi conto che avete comprato troppi ortaggi, basterà lavare, tagliare e congelare il tutto. Poi potrete usarle per minestroni, passati, ma anche saltarle in padella, oppure friggerle.
Troppa frutta? Provate a farne una confettura, un frullato, mangiatela insieme al gelato e allo yogurt.

Carne, latte e pesce

Carne e pesce possono essere freschi o congelati, se il pesce è fresco meglio pulirlo dalle interiora prima di congelarlo. Quando si congela qualcosa è buona norma indicare nel sacchetto in cui viene riposto, cosa contiene e la data. E il modo migliore di scongelarli è in frigorifero.
Anche per latte e derivati vale il discorso dell’etichetta con indicata la scadenza. Se si sceglie il latte a lunga conservazione, ovviamente potrà essere consumato in un periodo più lungo. Se però si apre la confezione, il latte va utilizzato quanto prima.

 

Post recenti

Leave a Comment