La sabbia di Jesolo tinge d’oro la spiaggia

 In Evidenza

Tra poco torneremo a frequentare Jesolo e la sua splendida spiaggia dorata.

Ma sapete di cosa è fatta la sabbia?

Si tratta principalmente di roccia frantumata e, nel caso di Jesolo, è di origine dolomitica. E si aggiunge all’accumulo di resti come gli scheletri e i gusci dei molluschi.

Ma non tutti i granelli sono uguali. Infatti la sabbia che caratterizza il nostro litorale è bionda ambrata mentre quella vicino a un vulcano sarà nera. Se ci fosse una barriera corallina sarebbe bianco-rosata.

Per quanto riguarda la dimensione dei granelli, ci avete mai pensato? Misurano tra i 2 e gli 0,0063 millimetri.

E un’altra particolarità che contraddistingue la sabbia è che, se trasportata dal vento o dal moto ondoso, forma delle dune.

Come si forma la sabbia?

Si forma in tre modi, per l’erosione delle rocce, per la precipitazione chimica di acque sovrasature di ioni cioè ipersaline.

E, come dicevamo prima, per l’accumularsi di scheletri e gusci di organismi. Come, per esempio, le conchiglie.

I minerali che più sono presenti nei granelli di sabbia più chiari sono il quarzo e i feldspati.

Oltre che, nel nostro caso, anche dalla dolomite, un minerale costituito da carbonato di calcio e magnesio.

Il sole, anche quest’estate continuerà a farla brillare e a farla apparire splendida, insieme al nostro Adriatico.

Tra poco inizieranno ad essere installati anche gli ombrelloni. Perciò iniziate a pensare al vostro look per la vacanza a Jesolo.

E quale sarà la prima tappa, appena arrivati? I Giardini di Jesolo!

 

 

 

 

Post suggeriti

Leave a Comment