Impariamo a cambiare il miscelatore della doccia

 In Evidenza

In casa, si sa, ci sono sempre piccole riparazioni da fare.

E, disponendo di un po’ di tempo inatteso in più ci si può applicare. Anche perchè Brico Ok è aperto per aiutarti con la consulenza del personale esperto e offrendoti attrezzi e pezzi di ricambio di qualità.

Oggi parliamo del miscelatore della doccia, cioè della leva che regola la temperatura dell’acqua, senza avere necessità di usare due manopole divise per acqua calda e fredda.

Il miscelatore è un pezzo delicato quindi, può succedere, che si rompa.

Vediamo quindi di capire come funziona e come si può ripararlo senza bisogno di rivolgersi a un idraulico.

E’ necessaria una certa manualità quindi, se non ve la sentite, contattate un professionista.

Che cos’è il miscelatore della doccia e come si smonta?

E’ ciò che ha sostituito i rubinetti nella doccia con una leva metallica da spostare a seconda della temperatura desiderata per l’acqua. E’ pratico ed ecocompatibile, infatti permette di risparmiare molta acqua.

Per smontarlo bisogna, prima di tutto, chiudere il rubinetto generale dell’acqua perchè, altrimenti, si potrebbe rischiare di allagare il bagno.

Con l’ausilio di una chiave inglese si rimuovono i bulloni che lo fissano agli ingressi di acqua fredda e calda. Una volta tolto il miscelatore avrai di fronte i due tubi che portano l’acqua calda e fredda e che consentono al miscelatore di unirle per avere acqua calda, fredda oppure tiepida.

Come si monta il nuovo miscelatore

Assicurati che l’interasse del miscelatore corrisponda alla distanza degli ingressi ai tubi sul muro. Lo standard è di 16 cm per entrambi, perciò non dovresti trovare delle difficoltà in questa fase. Se no devi cercare un altro miscelatore che sia compatibile con queste misure.

Passiamo agli attacchi a rotazione, i due raccordi che collegano il miscelatore. Vanno avvitati ai due ingressi sul muro e, girandoli, si otterrà la misura ideale per poi installare il miscelatore.
Individuata la posizione ideale, devi staccare i raccordi dal muro perchè, prima di installare il nuovo miscelatore si dovranno segnare i riferimenti sul muro con una matita.

Così facendo si potranno rimontare esattamente dove si trovavano prima.

A questo punto si graffia la filettatura del raccordo che verrà nastrato con il teflon nel senso di avvitatura.

Una volta che i raccordi siano nastrati, posizionati e installati, si potranno installare le piastre di copertura e, infine, anche il miscelatore nuovo.

A questo punto, per completare il lavoro, non ti resta che stringere i bulloni del miscelatore servendosi della chiave inglese.

Post recenti

Leave a Comment