Il rubinetto perde? Qualche consiglio utile

 In Evidenza

Si sa, ogni tanto in casa accade qualche guaio, in particolare in bagno, può succedere che ti accorgi di un danno: il rubinetto perde.

Perciò se hai un po’ di manualità e il fai da te ti entusiasma, allora possiamo provare ad affrontare anche un piccolo problema idraulico come questo.

Prima di cercare il numero dell’idraulico in rubrica, ti diamo qualche suggerimento per tentare di risolvere il tutto da solo e prenderti il merito.

Partiamo dalla causa, probabilmente, se il rubinetto perde, con molta probabilità si tratta delle guarnizioni di tenuta che sono usurate.

Nel caso si tratti proprio di questo allora non serve essere degli esperti. Cambiare le guarnizioni non è particolarmente complicato.

Il rubinetto perde: di che tipo è?

Per sostituire le guarnizioni bisogna, prima di tutto, capire di che tipo di rubinetto si tratta. E, se non li hai in casa, comprare gli attrezzi necessari.

A questo punto ti è utile Brico Ok, dove trovi tutto ciò che ti serve in questo caso.

Vediamo i vari tipi di rubinetti.

  1. A compressione: facilmente riconoscibile, ha due manopole, una per l’acqua calda e l’altro per la fredda
  2. Rubinetto a disco di ceramica. E’ quello che ha un unico miscelatore centrale e, dentro ha un piccolo cilindro di ceramica.
  3. Con valvole a sfera: anche questo rubinetto ha un solo miscelatore al centro ma, al suo interno, nasconde un cuscinetto a sfera.
  4. Rubinetto a cartuccia, con miscelatore centrale. Dentro ha una cartuccia che può essere fatto di vari tipi di materiali.

Il rubinetto perde: come fare nei vari casi

Abbiamo visto che ci sono diversi tipi di rubinetti. La prima mossa è di chiudere l’acqua a monte del contatore, per evitare di allagare la casa.

Il rubinetto a compressione si ripara togliendo i tappi decorativi per svitare e rimuovere le manopole.

Togli il dado con una chiave inglese. Svitato questo, si estrae lo stelo e sopra lo stelo si trova un cerchio di plastica sottile, il cosiddetto (O-ring) posato sulla guarnizione di gomma più spesso. In genere è questa guarnizione a essere responsabile delle perdite.

Devi cambiare l’O-ring con uno uguale e anche la guarnizione. Prima di montarla, ricoprila di grasso idraulico così si facilita il tutto. Alla fine rimonta le manopole.

Per riparare il rubinetto a disco di ceramica devi sostituire la cartuccia interna se non funziona oppure solo la guarnizione. Si toglie, prima di tutto il bullone dal corpo del rubinetto. Potresti trovare delle incrostazioni di calcare.

In genere basta pulire il disco di ceramica, se è rotto, però, devi cambiare tutta la cartuccia.

 

Gli altri due tipi di rubinetti

Per il rubinetto con valvole a sfera è bene munirsi dell’apposito kit di sostituzione dove trovi anche gli attrezzi.

Si svita il miscelatore, poi rimuovi tappo e, sotto, la borchia. Si allenta la sfera in gomma responsabile del passaggio dell’acqua. E si rimuove con la rondella e la sfera.

Con le pinzette si raggiunge il meccanismo interno e si rimuovono le guarnizioni di aspirazione e le molle. Anche i vecchi O-ring si cambiano e li si ricopre di grasso idraulico.

Poi si rimonta il tutto.

Per il rubinetto a cartuccia si inclina il miscelatore all’indietro, si svita e si rimuove. Con una pinza togli la clip circolare di fissaggio ed estrai la cartuccia, in modo che resti verticale.

Messo da parte il beccuccio del rubinetto si sostituisce l’O-ring e si ricopre il nuovo di grasso idraulico per poi reinserirlo.

Poi si rimonta pezzo dopo pezzo.

Usa l’anticalcare se vedi qualche incrostazione da trattare, puoi farlo anche con l’aceto bianco.

 

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment