Il riso: bontà in chicchi e tanta salute

 In Evidenza

Il riso ci fa bene, nutre il nostro organismo e, per giunta non ci fa ingrassare.

Ha moltissime qualità, oltre a essere leggero e digeribile. Fin dai tempi delle nonne, infatti, abbiamo capito che, lessato, è ottimo per stomaco e intestino.

Come sapete ce ne sono varie tipologie che differiscono anche per tempi di cottura e qualità. C’è il comune, il semifino, il fino e il superfino.

Basta entrare all’Ipertosano per trovarne una selezione ampia, con tantissime offerte, anche tra le tipologie “esotiche”.

Il riso: un’ottima alternativa alla pasta

L’integrale, per esempio, è ricco di fibre, sali minerali e vitamine che, purtroppo, raffinandolo si perdono.

Non contiene glutine ed è un fantastico sostituto della pasta e, pensate, 80 grammi di riso hanno davvero poche calorie. E, se la pasta ha un contenuto di proteine maggiore, quelle del riso hanno maggior valore biologico. Questo grazie agli aminoacidi essenziali.

Le varietà: abbondanza di ricette

Le più comuni le avrete sicuramente assaggiate a casa oppure al ristorante. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche dei più diffusi, iniziando dal Carnaroli.

Si tratta di un riso superfino ed è poco colloso. E’ molto noto perchè è uno dei migliori. Ha una tenuta di cottura che si presta alle ricette più svariate. E i suoi chicchi assorbono i condimenti e restano sempre al dente. Perfetto per i risotti e le insalate di riso, dà ottimi risultati anche nei timballi.

In alternativa al Carnaroli, il Vialone nano è semifino. Anche il Vialone nano ha un’ottima resa in cottura e non è molto colloso. I suoi chicchi sono piccini e tondi ma crescono in cottura. Perfetto per i risotti e la ricetta del pilaf, viene spesso scelto anche per preparare le insalate.

L’Originario è piuttosto comune, piccolo e tondo. Ha una bassa tenuta di cottura ed è particolarmente colloso. Lo si usa per le minestre e i dolci di riso, oltre a timballi e crocchette.

Il Ribe è sottile, ha una media collosita ed è adatto a essere lessato e per le ricette in brodo. Spesso si trova in versione parboiled.

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment