I saldi nei negozi d’abbigliamento battono l’e-commerce

 In Evidenza

Nel 2020 la cara sana e vecchia abitudine di andare per negozi alla ricerca dei saldi e degli sconti migliori ha battuto l’e-commerce. Le vendite resistono e nei centri commerciali come I Giardini di Jesolo, i clienti si sono affrettati a cercare le offerte sui capi, alcuni di questi già adocchiati prima delle feste natalizie.
Così accade anche da Zebra a Puà dove, tra chi cerca gli outfit per la primavera in arrivo, ci sono molti che si soffermano volentieri sui capi in saldo, trovando convenienza e facendo ottimi affari. D’altronde il clima è ancora invernale quindi maglioni, cappotti, piumini e felpe imbottite si possono utilizzare anche in questi giorni.

Toccare e indossare

Questo è il punto di forza principale dell’abbigliamento e una nota dolente per l’e-commerce, anche se la politica dei resi aiuta. Come si può scegliere qualcosa che non si tocca e non si può indossare di fronte a uno specchio? Gli italiani, tuttora, preferiscono entrare nei negozi e valutare i tessuti e farsi aiutare dalla scelta dagli addetti alla vendita e dagli amici. E poi lo shopping è un motivo di aggregazione. Una buona ragione per trascorrere alcune ore rilassanti a caccia di qualcosa da inserire nel proprio guardaroba. E, poi, da Zebra a Puà si trovano anche gli accessori, dalle cinture alle scarpe. Così entrando in un solo negozio si esce con un look completo!

 

Recommended Posts

Leave a Comment