Gli anfibi: dal fronte alle passerelle

 In Evidenza

Gli anfibi erano, dapprima, una tendenza underground, solo per pochi visionari della moda.

Presi in prestito dall’abbigliamento militare, sono resistenti, impermeabili e usati fin dalla prima guerra mondiale.

Un po’ alla volta hanno trovato molto spazio nelle collezioni degli stilisti e anche Zebra a Puà propone dei modelli belli, comodi, pratici e a prezzi davvero accessibili.

Anche le donne più glam hanno ceduto al loro fascino e hanno iniziato a inserirne più di un paio nel loro guardaroba.

 

Anfibi: nella moda dagli anni Sessanta

Prima di tutti li hanno indossati le donne tedesche, le casalinghe già li apprezzavano durante gli anni 50, perciò una celeberrima azienda inglese già a quei tempi ha iniziato ad aumentarne la produzione.

Durante gli anni ’60 facevano parte dell’abbigliamento dei “mod”, che li abbinavano a tutto ciò che c’era di moda a quel tempo, come la Vespa, la musica ska e soul.

E poi hanno conquistato anche i punk, i goth, i grunge, oltre a tutti coloro che, per qualche motivo, si sentono underground.

Sono riapparsi dopo il 2000, per trionfare dal 2012, quando hanno iniziato ad accostarli all’abbigliamento più trendy.

Hanno conquistato attrici, influencer e fashion victims. Li vediamo indossati spesso anche da Miley Cyrus, Gwen Stefany, Gwineth Paltrow e Kris Jenner.

 

Post recenti

Leave a Comment