Caldo e ventilatori: come rinfrescarsi?

 In Evidenza

“Antò fa caldo” diceva una celebre pubblicità televisiva e, quando la temperatura sale, è meglio correre ai ripari e, in alternativa ai condizionatori, cercare tra i ventilatori quello che fa al caso tuo.

Ce ne sono di vari tipi, da quello fisso ai mobili, i modelli più disparati sono perfetti per le più diverse esigenze.

Si adattano a determinati utilizzi e a tutti gli ambienti, sia in casa che in ufficio, nei negozi, nei locali e nelle strutture ricettive.

Prendiamo il caso di una sala spaziosa: tra i ventilatori puoi sceglierne uno grande da appendere al soffitto.

In questo modo muoverà l’aria in maniera omogenea e costantemente e il refrigerio scenderà dall’alto in tutte le parti della sala.

Al contrario, se cerchi di arieggiare una zona precisa in una stanza, come una postazione di lavoro, scegli un ventilatore a colonna o, in alternativa, uno a piantana.

Se no, prova a pensare a un ventilatore da pavimento!

 

Come scegliere tra i ventilatori?

Se entri da Brico Ok ne trovi un’ampia selezione a diversi prezzi particolarmente convenienti.

Più i ventilatori sono grandi, più l’aria che si mette in movimento è maggiore.

Ovviamente, così è in grado di rinfrescare una superficie maggiore.

Per fare in modo di avere a disposizione tutta la sua efficacia, allora cerca tra i modelli che abbiano più velocità di areazione e che sia orientabile.

Che disponga di pale rotanti e aste regolabili, per utilizzare i vari gradi di potenza e i puntamenti del flusso d’aria.

I ventilatori di nuova generazione, infine, sono in grado di purificare l’aria e possono essere controllati anche dallo smartphone.

 

Silenziosi? Ce ne sono tanti!

Il rumore creato dai ventilatori di vecchia generazione oramai è stato soppiantato da quelli nuovi, così se li usi in camera da letto non disturbano il sonno.

E, se li usi di giorno, non infastidiscono le tue attività giornaliere.

Trovi le indicazioni sul prodotto che intendi acquistare espresse in dB (livello di pressione sonora).

Se il valore è basso, significa che è silenzioso. Un buon ventilatore non deve andare oltre la soglia di benessere, che si attesta sui 45 dB.

 

 

 

 

Post suggeriti

Leave a Comment