Cachi: la ricchezza del frutto invernale

 In Evidenza

I cachi sono un frutto salutare e prezioso. Si possono consumare in ogni momento della giornata e sono ricchi di proprietà benefiche.
Nel banco ortofrutta dell’IperTosano li trovate anche nella varietà “cachi mela”. Non si tratta di un incrocio con la mela, ma possiamo dire piuttosto che hanno caratteristiche simili, come una polpa compatta e la maturazione sull’albero. Entrambi i frutti, inoltre, possono essere consumati già appena raccolti, perchè, proprio come la mela, si possono mangiare tagliati a fette.
I cachi mela si possono abbinare a sapori come il prosciutto crudo oppure ai formaggi erborinati, o ancora inseriti in un’insalata, insieme alle noci.

Il cachi arriva dall’Asia

Si può scrivere cachi o kaki ma la sostanza non cambia, anche quando in italiano lo si chiama diospiro o diospero. E’ uno degli alberi da frutto più antichi,  che ha accompagnato gli uomini durante varie epoche storiche.
Proviene dal centro-sud della Cina dove viene definito l’albero delle sette virtù. Perchè? E’ presto detto: fa molta ombra, è fonte di ottima legna da ardere, le foglie si trasformano in ottimo concime per la terra, non ha parassiti, è decorativo, vive a lungo e concede molto spazio ai nidi degli uccelli lungo i propri rami.

Le caratteristiche del frutto che ha il colore del sole

Il cachi è un frutto composto soprattutto da acqua e zucchero, inoltre contiene piccole quantità di grassi e proteine. E’ abbastanza calorico, infatti 100 grammi apportano 65 calorie ed è lo zucchero che ci dona un tipo di energia naturale quando ne abbiamo bisogno. Contiene antiossidanti, vitamina C che contribuisce a rafforzare le difese immunitarie del nostro corpo, è ricco di fibre e l’acqua che contiene aiuta a reidratarci. Ideale a colazione, va mangiato ben maturo per gustarlo nel modo giusto e approfittare di tutto il suo contenuto di vitamine e sali minerali. Se non è abbastanza maturo, allappa il palato, sensazione piuttosto sgradevole.

Post suggeriti

Leave a Comment