A Jesolo si festeggia San Giovanni

 In Evidenza

Oggi è la festa del Santo patrono di Jesolo, San Giovanni Battista e, a questa ricorrenza, sono legate delle tradizioni che molti continuano a seguire.

Come quella delle erbe di San Giovanni, della raccolta delle noci e dell’aglio.

Le erbe di San Giovanni sono, a iniziare dall’iperico, chiamato proprio erba di San Giovanni, sono erbe aromatiche e fiori selvatici che vanno raccolti nella notte e messi a bagno in una bacinella di vetro bianca.

Sono, per esempio: iperico, ruta, salvia, rosmarino, origano, timo, lavanda, insieme a vari fiori selvatici come la malva, inclusa la rosa profumata.

La mattina del 24 giugno, ci si lava le mani e il viso con l’acqua. Si dice che le erbe lasciate sotto la luna e bagnate anche dalla rugiada, proteggano dalle malattie e rendano la pelle luminosa.

19 noci per il Nocino

Per quanto riguarda il Nocino, le noci vanno, per l’appunto, raccolte la notte più corta dell’anno, tra il 23 e il 24 giugno (in teoria dovrebbe coincidere con il solstizio che quest’anno è stato sabato scorso). In questo modo sprigionano tutto il meglio. Le noci, ancora verdi, devono essere 19 piccine. Si tagliano in 4 parti e si pestano dolcemente, in un mortaio di legno oppure in pietra. Poi si mettono in un contenitore di vetro pulito e si lasciano immerse in 350 grammi di alcool a 95°. Il contenitore va chiuso ermetiamente. Il mattino dopo, cioè stamattina, si aggiungono 4 chiodi di garofano, 3 scorze di limone e 2 grammi di corteccia di cannella. Il tutto va tenuto rigorosamente chiuso in un luogo buio e fresco. Fino al 3 agosto, il contenitore va agitato un pochino, ogni tre giorni.

Arrivati al 3 agosto si prepara uno sciroppo sciogliendo in 300 grammi di acqua calda, ma che non sia bollente, 500 grammi di zucchero. Quindi il contenuto del contenitore conservato al buio, va filtrato e aggiunto allo sciroppo. Si mescola bene il tutto. E, alla fine, si imbottiglia in piccole bottiglie di vetro scure e si chiude ermeticamente di nuovo.

Il Nocino va consumato non prima del  novembre. E sarà squisito.

 

 

Post recenti

Leave a Comment